<<PAG. PRECEDENTE

 

  INFORMAZIONI SULLE ULCERE

Le ulcere trofiche, cosiddette "varicose", sono una complicazione frequente dell'insufficienza venosa cronica.
Questa patologia si accompagna a dermatite eczematosa, gonfiore serale, macchie cutanee, dilatazione delle vene superficiali, tutte lesioni che spesso preannunciano la comparsa dell'ulcera.
In queste condizioni anche un leggero trauma (contusione, il grattarsi in seguito a prurito, puntura di insetto) pu˛ ledere la cute, con la conseguenza che la lesione non guarisce e tende anzi ad ingrandirsi.
La ferita va medicata opportunamente, con una frequenza che dipende dal suo stato, ma soprattutto va sottoposta a terapia compressiva.

In pazienti con sistema circolatorio arterioso normale, confermato da un indice di pressione sistolica caviglia-braccio (IPCB) superiore a 0,8, una compressione di lavoro di almeno 30 mmHg Ŕ raccomandata per compensare l'insufficienza venosa che Ŕ all'origine dell'ulcera.
In pazienti il cui sistema arterioso Ŕ alterato (valore IPCB compreso tra 0,6 e 0,8) una compressione di lavoro di circa 20 mmHg pu˛ ancora essere sopportata, a patto che a riposo tale compressione si riduca drasticamente.
SarÓ comunque lo specialista a stabile le modalitÓ d'uso.


I pazienti con un valore IPCB inferiore a 0,6 soffrono di un deficit del sistema circolatorio arterioso nella parte inferiore della gamba e NON DEVONO ESSERE TRATTATI CON TERAPIA COMPRESSIVA ELASTICA.
Le ulcere di cui soffrono questi pazienti hanno una componente arteriosa prevalente, ed hanno poche possibilitÓ di guarigione con queste metodiche conservative.


<<PAG. PRECEDENTE

per gentile concessione della GLORIA  ULCERKIT
Gloria Maglieria Elastica Srl - Via Diaz, 7 - 22017 Menaggio (CO)
glorinfo@tin.it - www.gloriamed.it


data ultimo aggiornamento 16/09/2012 10.07